Sei qui: Home Albo Pretorio Comunicazioni e Circolari Costituzione del Gruppo di Lavoro per l’Inclusione(G.L.I.)

Costituzione del Gruppo di Lavoro per l’Inclusione(G.L.I.)

Prot. N. 4350

Del 10/06/2013

Ai Docenti

Ai Genitori

A tutto il Personale dell’Istituto

Al DSGA

 

Oggetto: Costituzione del Gruppo di Lavoro per l’Inclusione(G.L.I.)

 

Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Annunziata Muto vista la Direttiva Ministeriale del 27 Dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali (B.E.S.) e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”.

 

DISPONE

La costituzione del Gruppo di lavoro per l’inclusione(GLI) così composto:

  • Prof.ssa Annunziata Muto – Dirigente Scolastico dell’Iti Medi di San Giorgio a Cremano – che lo presiede;
  • Prof.ssa Valeria Valente Referente B.E.S. dell’istituto;
  • Prof.ssa Lucia Mercogliano Referente H;
  • Prof.ssa Paola D’ambrosio Referente DSA;
  • Tutti i Docenti di sostegno;
  • Collaboratori del D.S.;
  • Tutte le Funzioni Strumentali;
  • Coordinatori di classe;
  • Dott.ssa  Rosa Verdino Direttore dei Servizi Generali e Amministrativa.
  • Sign.re Basile Rappresentante dei Genitori diversamente abili;
  • Responsabile ASL di San Giorgio a Cremano;
  • Responsabile cooperativa sociale GESCO di San Giorgio a Cremano;
  • Operatore sanitario e terapista comportamentale coinvolto nei progetti formativi degli alunni in situazione di Handicap Dott. Francesco Minichino;

 

San Giorgio a Cremano 10/06/13

Il dirigente scolastico

Prof.ssa Annunziata Muto

 

COMPITI DEL G.L.I.

 

Il  Gruppo di lavoro per l’inclusione (in sigla GLI)  svolge le seguenti funzioni:

  • rilevazione dei BES presenti nella scuola;
  • raccolta e documentazione degli interventi didattico-educativi posti in essere anche in funzione di azioni di apprendimento organizzativo in rete tra scuole e/o in rapporto con azioni strategiche dell’Amministrazione;
  • focus/confronto sui casi, consulenza e supporto ai colleghi sulle strategie/metodologie di gestione delle classi;
  • rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola;
  • raccolta e coordinamento delle proposte formulate dai singoli GLH Operativi sulla base delle effettive esigenze, ai sensi dell’art. 1, c. 605, lettera b, della legge 296/2006, tradotte in sede di definizione del PEI come stabilito dall'art. 10 comma 5 della Legge 30 luglio 2010 n. 122 ;
  • elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività (in sigla P.A.I.) riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico entro il mese di Giugno(QUEST’ANNO DEVE ESSERE REDATTO, DELIBERATO  NELL’ULTIMO COLLEGIO DEL 14/06/13 INSERITO NEL P.O.F. E INVIATO AGLI UFFICI  DEGLI UUSSRR ENTRO IL 30 GIUGNO).

 

Tale  P.A.I. è il documento da cui partire per poter far diventare il Nostro Istituto C.T.I. (Centro Territoriale di Inclusione). A tale scopo, il Gruppo procederà ad un’analisi delle criticità e dei punti di forza degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formulerà un’ipotesi globale di utilizzo funzionale delle risorse specifiche, istituzionali e non, per incrementare il livello di inclusività generale della scuola nell’anno successivo. Il Piano sarà quindi discusso e deliberato in Collegio dei Docenti e inviato ai competenti Uffici degli UUSSRR, nonché ai GLIP e al GLIR, per la richiesta di organico di sostegno, e alle altre istituzioni territoriali come proposta di assegnazione delle risorse di competenza, considerando anche gli Accordi di Programma in vigore o altre specifiche intese sull'integrazione scolastica sottoscritte con gli Enti Locali. A seguito di ciò, gli Uffici Scolastici regionali assegnano alle singole scuole globalmente le risorse di sostegno secondo quanto stabilito dall’ art 19 comma 11 della Legge n. 111/2011.

Nel mese di settembre, in relazione alle risorse effettivamente assegnate alla scuola – ovvero, secondo la previsione dell’art. 50 della L.35/2012, alle reti di scuole -, il Gruppo Tale Gruppo di lavoro assume la denominazione di Gruppo di lavoro per l’inclusione (in sigla GLI) e svolge le seguenti funzioni:

  • rilevazione dei BES presenti nella scuola;
  • raccolta e documentazione degli interventi didattico-educativi posti in essere anche in funzione di azioni di apprendimento organizzativo in rete tra scuole e/o in rapporto con azioni strategiche dell’Amministrazione;
  • focus/confronto sui casi, consulenza e supporto ai colleghi sulle strategie/metodologie di gestione delle classi;
  • rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola;
  • raccolta e coordinamento delle proposte formulate dai singoli GLH Operativi sulla base delle effettive esigenze, ai sensi dell’art. 1, c. 605, lettera b, della legge 296/2006, tradotte in sede di definizione del PEI come stabilito dall'art. 10 comma 5 della Legge 30 luglio 2010 n. 122 ;
  • elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di Giugno).

 

A tale scopo, il Gruppo procederà ad un’analisi delle criticità e dei punti di forza degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formulerà un’ipotesi globale di utilizzo funzionale delle risorse specifiche, istituzionali e non, per incrementare il livello di inclusività generale della scuola nell’anno successivo. Il Piano sarà quindi discusso e deliberato in Collegio dei Docenti e inviato ai competenti Uffici degli UUSSRR, nonché ai GLIP e al GLIR, per la richiesta di organico di sostegno, e alle altre istituzioni territoriali come proposta di assegnazione delle risorse di competenza, considerando anche gli Accordi di Programma in vigore o altre specifiche intese sull'integrazione scolastica sottoscritte con gli Enti Locali. A seguito di ciò, gli Uffici Scolastici regionali assegnano alle singole scuole globalmente le risorse di sostegno secondo quanto stabilito dall’ art 19 comma 11 della Legge n. 111/2011.

 

Nel mese di settembre, in relazione alle risorse effettivamente assegnate alla scuola – ovvero, secondo la previsione dell’art. 50 della L.35/2012, alle reti di scuole -, il Gruppo provvederà ad un adattamento del Piano, sulla base del quale il Dirigente scolastico procederà all’assegnazione definitiva delle risorse, sempre in termini “funzionali”.

A tal punto i singoli GLHO completeranno la redazione del PEI per gli alunni con disabilità di ciascuna classe, tenendo conto di quanto indicato nelle Linee guida del 4 agosto 2009.

 

  • Inoltre il Gruppo di lavoro per l’inclusione costituisce l’interfaccia della rete dei centri territoriali di supporto (C.T.S.) e dei centri territoriali di inclusione (C.T.I.), dei servizi sociali e sanitari territoriali per l’implementazione di azioni di sistema (formazione, tutoraggio, progetti di prevenzione, monitoraggio, ecc.).

 

 

 

San Giorgio a Cremano 10/06/13

Il dirigente scolastico

Prof.ssa Annunziata Muto